News

Ricerca nel nostro sito web

LIGNANO SABBIADORO: MUSEO A CIELO APERTO TRA MOSAICI, SCULTURE E ARCHITETTURE SEGRETE, DA SCOPRIRE… CON GUSTO!

Escursioni e visite guidate anche alla scoperta dei tesori della località che abbinano arte ed eccellenze della Strada del Vino e dei Sapori dei Friuli Venezia Giulia

Milano, luglio 2022 – C’è una Lignano Sabbiadoro segreta, non percepibile immediatamente alla vista, fatta di luoghi, tracce di materia scolpita e di colore, legami con le decadi della sua storia e con il territorio circostante, che merita di essere vissuta per leggere la località da un punto di vista inedito, scoprendo una speciale vocazione per l’arte, l’avanguardia architettonica e la bellezza.

L’arte, infatti, in varie forme è letteralmente disseminata lungo la promenade del lungomare e una delle sue espressioni più vivide è legata idealmente ad altre località friulane come Spilimbergo e Aurisina, alle montagne e ai fiumi della regione, nelle forme dei meravigliosi mosaici che impreziosiscono, rendendole uniche, le rotonde di differenti bagni di Lignano Pineta.

Queste meraviglie non sono le uniche testimonianze artistiche, la località custodisce infatti altri piccoli e grandi tesori da scoprire attraverso un’inedita formula di visita guidata del programma Sea & Taste, al suo debutto proprio in questi giorni, che combina i tour a piedi o in bici, accompagnati da esperti, con deliziose degustazioni a base dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori dei Friuli Venezia Giulia.

.

Il giorno 19 giugno 2022, nel corso del Raduno Regionale della Federazione Campeggiatori Lombardi, si è svolta una Tavola Rotonda, presieduta dal Presidente Regionale della Lombardia Adriano Cremonte, alla quale hanno partecipato il Presidente nazionale della Confedercampeggio Giovanni Grassi, i Presidenti regionali del Piemonte Lucia Milli, della Liguria Aurora Bogliolo, dell’Emilia Romagna Claudio Ferrari, e i Presidenti/Rappresentanti dei Club lombardi presenti al raduno.

In qualità di moderatore, il Presidente Regionale della Lombardia Adriano Cremonte dà il benvenuto ai presenti, espone il tema della riunione e dà la parola al Presidente nazionale che illustra l’attività svolta dalla Confedercampeggio e le azioni programmate per l’immediato futuro.

Tanti eventi e serate accompagnate da buona musica, in centro città e non solo.

Merano è una piccola città con una forte identità e più anime, a volte ricche di contrasti, che emergono a seconda delle stagioni e dei vari momenti dell’anno. In estate diventa frizzante, coinvolgente e divertente, complice l’ottima musica che anima le serate.
Fino al 16 agosto, per esempio, è il momento dei Martedìsera che tornano ad allietare l’estate meranese per sei settimane consecutive (12.7, 19.7, 26.7, 2.8 e 16.8) con altrettante date in cui tutti sono invitati a darsi appuntamento in centro, dove si respira un’atmosfera vivace e spensierata.
Le serate iniziano con un aperitivo speciale proposto dai vari locali che animano il momento del tramonto, per poi proseguire tra le bancarelle dei mercatini, organizzati dall’Associazione dell’Artigianato Artistico.

Corre quest'anno il 90° anniversario della fondazione dell'ACTI Torino, infatti il 13 aprile 1932, Luigi Bergera fondava il primo club di campeggiatori: l'Auto Campeggio Club Piemonte.
Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, l’Italia ha conosciuto guerre, lutti e distruzioni, dalla caduta della dittatura è nata la democrazia, abbiamo conosciuto un benessere inimmaginabile novanta anni fa. Il paese, come si presenta oggi, è totalmente diverso da quello di allora.
Tuttavia, quell’associazione di campeggiatori esiste ancora oggi e si appresta a celebrare il suo 90° anniversario.
Quando Bergera fondò il primo club di campeggiatori in Italia, la pratica del campeggio era un fenomeno limitato e di carattere elitario, patrimonio di pochi estimatori della vita all’aria aperta e a contatto della natura. Oggi, al contrario, il campeggio è un fenomeno che coinvolge numerosi appassionati, attirati dalla possibilità di viaggiare e godere le proprie vacanze in un modo diverso, percepito come più libero e slegato da schemi precostituiti. La pandemia del Covid19, se da un lato ha costretto molte persone a rinunciare alle abituali vacanze, dall’altro ha contribuito ad accentuare ancora di più l’interesse di molti soggetti verso il turismo in camper, considerato più sicuro e meno soggetto al rischio di contagio.